Conferenza Cantonale dei Genitori

Chi è la CCG

CCG – Conferenza Cantonale dei Genitori opera dal 1998 in qualità di organizzazione mantello delle Assemblee/Comitati dei genitori degli istituti scolastici e come punto di riferimento per altri enti attivi in ambiti genitoriali e di protezione dei minori. Per la rilevanza pubblica delle sue attività, sin dalla sua costituzione la CCG è stata sostenuta dal Canton Ticino tramite il fondo SWISLOS, e dal 2021 è sostenuta da BancaStato e AET.

Camere Federali: il diritto all’educazione non violenta sarà finalmente iscritto nel Codice civile svizzero

22 dicembre 2022 – Nella seduta del 14 dicembre 2022, il Consiglio agli Stati ha approvato a larga maggioranza l’inserimento nel Codice civile svizzero del diritto dei bambini ad un’educazione non violenta. Un risultato non scontato – visto il preavviso sfavorevole del Consiglio federale – ottenuto grazie a un grande lavoro di sensibilizzazione svolto nei cantoni presso i rispettivi parlamentari da enti impegnati in favore dei diritti dei bambini.

Nei giorni scorsi, la Conferenza Cantonale dei Genitori ha aderito all’iniziativa promossa da Pro Familia Svizzera Italiana, insieme ad altre organizzazioni che operano a sostegno delle famiglie e dell’infanzia nel Cantone Ticino, mobilitandosi in favore della causa lanciando un appello alla Deputazione ticinese alle Camere federali per sostenere la mozione Bulliard-Marbach contro le punizioni corporali, la violenza psicologica e tutte le forme di sminuizione dei bambini.

La Svizzera ha ratificato la Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia nel 1997 e si è impegnata a rispettarla ma fino ad oggi non disponeva di una legge che sanciva il diritto dei bambini a un’educazione non violenta. Grazie a questa decisione, la Svizzera non figurerà più nella lista nera dei paesi europei che non vietano esplicitamente le punizioni corporali, che figura nel rapporto del Comitato ONU.

Investire nella prevenzione e nella protezione dell’infanzia è un impegno etico e civile nei confronti delle nuove generazioni, oltre che un dovere politico. Con questa iniziativa di vuole innescare un cambiamento di mentalità nella società oltre che sostenere maggiormente i genitori nell’assunzione di comportamenti educativi adeguati nell’interesse dei bambini.

I firmatari a sostegno della mozione Bulliard-Marbach 19.4632:

  • Pro Familia Svizzera Italiana (promotrice)
  • ATAN
  • Pro Juventute Svizzera Italiana
  • CEMEA Delegazione Ticino
  • Conferenza Cantonale dei Genitori
  • Associazione Forum genitorialità
  • Associazione ticinese delle famiglie monoparentali e ricostituite
  • Federazione ticinese famiglie diurne
    Associazione
  • Parlatervi…con noi
  • Fondazione ASPI

Leggi il testo della mozione Bulliard-Marbach 19.4632.

Leggi la nostra presa di posizione (PDF)

Eventi organizzati o promossi da CCG

Figli di internet, come aiutarli a crescere tra narcisismo, sexting, cyberbullismo e ritiro sociale

[Evento CCG] La Conferenza Cantonale dei Genitori vi invita a partecipare all’incontro online sulle principali tematiche relative all’uso della rete e le sue criticità da parte dei giovani. Iscrizioni aperte!

Leggi il resto

Custodia alternata: tempo di un primo bilancio in Ticino?

Una tavola rotonda per discuterne coinvolgendo i vari attori: avvocati, pretori, membri di ARP, mediatori, psicologi, sociologi, genitori.

Leggi il resto

Assemblea autunnale 2022

Martedì 22 novembre 2022 – inizio ore 19:15 presso USI Campus Ovest Via Buffi 13 – Aula 24 Palazzo Rosso e via ZOOM.

Leggi il resto

Allievi con difficoltà scolastiche, momento informativo per i genitori

[Evento CCG] CCG vi invita alla serata sui disturbi specifici dell’apprendimento DSA (dislessia, discalculia, disgrafia e disortografia) considerati nel quotidiano “stare a scuola” dei figli.

Leggi il resto

Uno sguardo al consumo e all’ abuso di sostanze nei giovani d’oggi

[Evento CCG] La Conferenza Cantonale dei Genitori vi invita a partecipare all’incontro online sul tema: uso e abuso di sostanze e sviluppo di dipendenze tra i giovani. Un’ occasione per parlare di fattori di rischio, tipologie di sostanze e ruolo dei genitori.

Leggi il resto

Essere adolescenti nell’epoca della fragilità adulta

Siamo adulti motivati e preparati, ma fragili di fronte ai nostri adolescenti, ci chiediamo: come comprenderli? Come ascoltarli e soprattutto cosa dire e fare per il loro bene? Non è sempre così facile.

Leggi il resto

Rassegna stampa

Lotta ai reati sessuali online «Fare di più per i bambini»

Confederazione, CORRIERE DEL TICINO, 12.01.2023, Faranda I minori devono essere maggiormente difesi dagli abusi su internet: per il Consiglio federale la prevenzione passa anche da …

Leggi il resto...

I videogiochi come una prigione? «Casi problematici anche in Ticino»

Cantone, CORRIERE DEL TICINO, 29.12.2022, Montanari Il CdT riferisce sulla «class action» intentata contro i produttori del gioco «Fortnite», accusato di dare «dipendenza come la …

Leggi il resto...

Sigarette elettroniche presto vietate ai minori

Cantone, LA REGIONE, 13.01.2023, Pinho, Manna Le sigarette elettroniche saranno presto vietate ai minori in Ticino – La Commissione parlamentare ha firmato il rapporto, è …

Leggi il resto...

Ci vorrebbe un Piano G

L’opinione, CORRIERE DEL TICINO, 15.12.2022, Montorfani Pietro Montorfani: «Chi abbia un po’ di dimestichezza con le politiche giovanili sa quanto sia complesso trovare il giusto …

Leggi il resto...

Bimbi, basta schiaffi e sculacciate

Confederazione, CORRIERE DEL TICINO, 15.12.2022 Il Parlamento ha deciso di iscrivere nel Codice civile il diritto all’educazione non violenta – Adesso il Consiglio federale dovrà …

Leggi il resto...

«Ragazzi delusi, non trovano un motivo per impegnarsi»

L’approfondimento, LA REGIONE, 15.12.2022, Caratti «La Regione» intervista lo psicologo Silvio Cattarina, che da 40 anni aiuta giovani tossicodipendenti, nella comunità L’Imprevisto a Pesaro: «Tanti …

Leggi il resto...

Iscriviti alla nostra newsletter

Utilizziamo Mailchimp come nostra piattaforma di marketing. Facendo clic di seguito per iscriverti, riconosci che le tue informazioni verranno trasferite a Mailchimp per l'elaborazione. Approfondisci come Mailchimp gestisce la privacy.
Torna su