“Alcuni giovani hanno idee poco realistiche”

SONNTAGSZEITUNG, 21.04.2024, Riklin

La «Sonntagszeitung» fa il punto sulle scelte delle giovani generazioni in merito ai posti di apprendistato: la consulente Anita Gauer spiega cosa è cambiato rispetto al passato e come l’intelligenza artificiale stia influenzando le scelte professionali.

iù della metà dei posti di apprendistato sono già stati occupati. Cosa hanno deciso i giovani?

La consulente Anita Gauer spiega cosa è cambiato e come l’intelligenza artificiale sta influenzando le scelte professionali.

Anita Gauer, in tutta la Svizzera sono ancora disponibili 25.000 posti di apprendistato e circa 40.000 giovani hanno già firmato un contratto di apprendistato. Quali sono le professioni più richieste?

Soprattutto quelle in ufficio. In altre parole, commerciale o mediamatico. Anche gli apprendisti informatici, gli assistenti di studio medico e gli specialisti dell’assistenza sono molto richiesti. Esistono tuttavia differenze di genere.

Quali?

Per esempio, nonostante il sostegno, sono ancora poche le giovani donne che scelgono l’informatica. E ci sono ancora pochi uomini nel settore sanitario. Tuttavia, non bisogna sottovalutare le differenze regionali e il modo in cui i giovani si influenzano a vicenda. In città come Zurigo, ad esempio, le professioni creative come interactive media designer o 3D polydesigner sono molto popolari.

Ci sono abbastanza apprendistati disponibili?

Non proprio. Per questo è ancora più importante mostrare ai giovani che hanno bisogno di un piano B e che è importante avere un assaggio di diverse professioni.

Funziona?

Non è sempre facile. Sebbene ci sia un numero sufficiente di apprendistati, il problema è che le professioni offerte non sempre corrispondono alle idee o alle competenze dei giovani. Ad esempio, ci sono ancora molti posti di apprendistato nei settori della ristorazione, della vendita al dettaglio e dell’elettricità.

Alcuni giovani hanno idee irrealistiche?

Sì, alcuni hanno aspirazioni di carriera che non realizzano. Ciò può essere dovuto ai voti scolastici, ai tratti caratteriali o alle capacità di presentazione. Se volete lavorare in banca, ma siete timidi e non riuscite a presentarvi bene, difficilmente otterrete il lavoro. In questo caso, è importante scoprire insieme cosa potrebbe essere più adatto.

Ci sono abbastanza aziende che offrono apprendistati di prova?

Dopo la pandemia, le aziende che offrono tirocini di prova in loco sono un po’ meno numerose e può essere piuttosto difficile ottenerne uno. Per alcuni apprendistati di laboratorio, i giovani devono caricare un intero dossier di candidatura in un determinato giorno per avere una possibilità di ottenere un apprendistato di prova. Per motivi di capacità, alcune aziende offrono solo giornate di prova online. Ma ci sono anche nuove grandi offerte. Una di queste si chiama Apprenticeships Live. Quattro volte l’anno, i giovani possono trascorrere un’intera mattinata guardando le spalle degli apprendisti attraverso un livestream e ponendo loro domande via chat. In questo modo possono vedere cosa fa, ad esempio, un costruttore di barche o un carpentiere.

Quante volte si sente dire da giovani che vorrebbero diventare influencer e quindi non vogliono fare un apprendistato?

Non spesso. Ma l’anno scorso ho avuto in consulenza un giovane che aveva già avviato un’attività online mentre era ancora a scuola, e mi ha detto: “Sta andando bene. Non farò un apprendistato”. Anche i suoi genitori erano d’accordo. Ma questa è un’eccezione.

Quanti giovani non trovano un apprendistato?

Nel cantone di Zurigo, l’anno scorso, solo poco più dell’uno per cento dei diplomati della scuola secondaria A non ha trovato un apprendistato, e poco meno del tre per cento delle scuole secondarie B e C. La stragrande maggioranza ha iniziato un apprendistato subito dopo la scuola secondaria. Tuttavia, non è raro che i giovani debbano fare domanda molto spesso prima di trovare un posto. Alcuni scrivono fino a settanta domande.

Le pari opportunità sono aumentate dopo la Chat-GPT? Oggi il computer può correggere la domanda.

Non necessariamente. Per scrivere una lettera di candidatura che suoni come una persona giovane e che risulti autentica, è necessario conoscere e provare le richieste da inserire in Chat-GPT. Incoraggiamo sicuramente i giovani a provare e utilizzare questi nuovi strumenti, ma è sempre necessario esaminare criticamente i risultati e personalizzarli prima di inviare la candidatura. Altrimenti è controproducente.

Per quali professioni ha ancora senso impararle, anche per quanto riguarda lo sviluppo dell’intelligenza artificiale? La KV, per esempio, non è un posto di lavoro che verrà sostituito da loro nei prossimi anni?

In effetti, il commercio è ancora l’apprendistato più popolare per ragazze e ragazzi, e penso che sia ancora una buona istruzione di base. La formazione è cambiata in modo significativo negli ultimi anni ed è orientata alle esigenze future. Ma naturalmente, le professioni d’ufficio, come molte altre, cambieranno di nuovo in modo significativo nei prossimi anni.

Come?

Ci saranno meno attività di routine. Di conseguenza, i giovani devono essere formati maggiormente al pensiero in rete: cosa fare se questo o quello non funziona più o se sorge un problema?

Una parte dell’apprendistato non è già superata non appena i giovani si diplomano?

L’istruzione e la formazione professionale sono generalmente vicine ai tempi, ma possono accadere. Per questo è ancora più importante trasmettere ai giovani che devono essere sempre aperti a imparare cose nuove e rimanere curiosi. Oggi più che mai, l’apprendistato è una formazione iniziale. Quasi nessuno sarà in grado di evitare di continuare la propria formazione dopo alcuni anni di professione. In passato, in qualità di consulenti di carriera, abbiamo esaminato in cosa è bravo un giovane, cosa gli interessa e quali professioni potrebbero essere adatte. Questo è ancora importante, ma è quasi più importante trasmettere che puoi plasmare e sviluppare attivamente la tua carriera per tutta la vita.

Quale dottrina è cambiata in modo particolarmente drammatico negli ultimi anni?

Mi viene spontaneo pensare all’odontotecnico. In passato, era fondamentale per questa professione essere la motricità fine. Oggi, gran parte del lavoro manuale viene svolto da una stampante 3D. Quindi c’è una crescente richiesta di essere abili nel trattare con le tecnologie. In generale, in molti mestieri specializzati, il lavoro puramente manuale è supportato dalla tecnologia informatica. Ma anche il settore del commercio al dettaglio è fortemente influenzato dalla trasformazione digitale. Dal 2022 ci sono stati anche due diversi focus di formazione: in qualità di specialista del commercio al dettaglio AFC con particolare attenzione alla cura dei negozi online, impari a garantire che gli acquisti online si svolgano senza intoppi da un punto di vista tecnico.
In qualità di specialista della vendita al dettaglio AFC, con particolare attenzione alla progettazione di esperienze di acquisto, i giovani imparano a prendersi cura e consigliare i clienti in negozio. Quindi ci sono più abilità sociali come l’empatia in primo piano. Questo è qualcosa che noi macchine abbiamo ancora davanti a noi ed è importante per il futuro.

E che consiglio daresti ai giovani di oggi?

Imparare una professione che si adatti ai loro interessi, alle loro capacità e alla loro personalità. Dovrebbero essere in grado di costruire su questo o svilupparsi in una direzione diversa. Oltre alle competenze tecniche, continueranno ad essere di grande importanza le competenze sociali come la capacità di lavorare in team, la cooperazione e l’empatia. Le professioni in cui è possibile contribuire alla sostenibilità e alla protezione del clima acquisiranno importanza, come le professioni nell’edilizia o l’installatore di pannelli solari, un nuovo apprendistato per il quale i primi apprendisti inizieranno la loro formazione ad agosto.
Molte società di formazione si lamentano del fatto che troppi alunni bravi frequentano il liceo e quindi hanno difficoltà a trovare apprendisti adatti. Questo è davvero un problema per molte aziende. Soprattutto negli ambienti urbani, molti genitori vogliono che i loro figli continuino ad andare a scuola dopo il liceo. Noi consulenti di carriera mostriamo quindi che ci sono molti percorsi diversi e che si può studiare anche dopo un apprendistato. Nel campo dell’architettura sento spesso dire che una persona con un apprendistato come disegnatrice e una laurea in una scuola universitaria professionale è quasi più richiesta di una laureata dell’ETH, perché la disegnatrice ha imparato il mestiere da zero e sa come funziona in cantiere.

I genitori lo capiscono?

Non sempre. Soprattutto le persone che non conoscono bene il sistema educativo svizzero hanno difficoltà a far capire che l’apprendistato vale quanto un diploma di scuola superiore.

Il Consulente di Carriera Anita Gauer lavora presso il Servizio di orientamento professionale della città di Zurigo ed è membro dell’Associazione professionale di consulenza professionale, di studio e di carriera Profunda-Suisse. È specializzata nell’aiutare i giovani a iniziare la loro carriera. In precedenza, ha lavorato come insegnante di tedesco e inglese in una scuola secondaria.

 

.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
Ultimi articoli

«Una politica sempre più iniqua»

Cantone, CORRIERE DEL TICINO, 28.05.2024, Salvini Dodici associazioni attive tra le famiglie hanno deciso di far sentire la propria voce contro i tagli al personale

Assemblea primaverile 2024

Giovedì 21 marzo 2024 – inizio ore 19:15
DFA-SUPSI Locarno – Piazza San Francesco,16 – Aula B005 Stabile B.

Possibilità di partecipare anche ONLINE via ZOOM.

Torna in alto