FormazioneGenitori

Sulla scia della consultazione in merito alla nuova legge della scuola, intorno al 1990, e per desiderio spontaneo di aggregazione da parte di singoli genitori e gruppi di genitori, nasceva nell'aprile del 1992 l'Associazione Gruppi Genitori Ticino (AGGT), quale associazione mantello e unico riferimento cantonale dei Gruppi genitori regionali.

Da allora questa struttura ha occupato un importante spazio nell'ambito della rappresentanza della categoria  "genitori". Ha partecipato a gruppi di lavoro  a livello cantonale (gruppo di lavoro per la legge giovani,  per il ri-orientamento della medicina scolastica), si  è interessata alla qualità della scuola  organizzando serate e/o partecipandovi, ha proposto  e promosso progetti e temi di interesse comune ai gruppi  dei genitori. 

Citiamo alcune fra le attività più significative  svolte fin dall'inizio:

  • tavola rotonda a Bellinzona/Spazio aperto/aprile 93 sul tema "qualità della scuola";
  • petizione per contenere il numero di allievi per classe e mantenere il sussidiamento ai docenti speciali (circa 10'000 firme in collaborazione con le associazioni di docenti); 
  • petizione contro i tagli delle spese dentarie (97-98 oltre 9'000 firme in tre mesi); promozione attraverso Denyse Bertoni delle attività nei musei con bambini e ragazzi, e sostegno per la fondazione dell'Associazione Mitici; 
  • collaborazione al programma occupazionale OCST di raccolta (e riparazione) giocattoli, con progetti regionali atti a sensibilizzare e coinvolgere il bambino nella gestione e il "consumo" di giocattoli;
  • invito di due responsabili redazionali del fascicolo "OK ragazze" per una giusta informazione e divulgazione attraverso i Gruppi Genitori, in occasione di un'Assemblea annuale.

 

L'ordinamento legislativo dalla costituzione dell'associazione  AGGT in poi è assai cambiata. La legge della  scuola prevede, fra altro, la possibilità di  creare l'Assemblea dei genitori all'interno di ogni  istituto scolastico. Il comitato AGGT ha perciò  stabilito, nel 1995, che valesse la pena adattare il  proprio spazio operativo al fine di diventare una concreta  rappresentanza di tutti i genitori. Un apposito gruppo  di lavoro (costituito dal comitato AGGT e da rappresentanti  di Pro Juventute, Diario e/o Tazebau e del Gruppo regionale  dei Comitati delle Scuole Medie del Luganese) ha pensato  di coinvolgere dapprima le assemblee dei genitori legate  ai singoli istituti scolastici dei diversi ordini di  scuola, che rientrano in una struttura giuridica diversa  dai gruppi genitori, proponendo loro un progetto di  "rete" che potesse raggruppare membri giuridicamente  diversi fra loro. Infatti i Gruppi genitori sono autonomi,  caratterizzati da una struttura giuridica privata, e  la longevità di ogni suo membro è libera  e autonoma; le assemblee sono legate all'istituto scolastico  e fanno capo al diritto pubblico (legge della scuola),  i loro membri sono necessariamente genitori di allievi  che frequentano la scuola, la loro partecipazione è  pertanto limitata.

Dopo questa prima fase di consultazione estesa alle  assemblee della scuola pubblica, il gruppo di lavoro  ha preso contatto con gli istituti scolastici privati  e le associazioni o enti operanti nel Cantone in favore  della famiglia e del bambino. Questa inchiesta preliminare  ha permesso di quantificare l'attenzione verso il progetto  di Conferenza Cantonale dei Genitori (CCG), che rappresenta  una valida possibilità di unione quale piattaforma  di riferimento cantonale per tutti i genitori riguardante  temi di comune interesse.

A consultazione terminata, una riunione informativa  nel dicembre 1997 confermava la volontà di proseguire  nel progetto di costituzione della Conferenza Cantonale  dei Genitori. All'inizio del 1998, il Gruppo di lavoro  inviava l'informazione dettagliata, compreso un progetto  di Carta della Conferenza cantonale dei genitori, a  tutti gli enti interessati con la proposta di adesione  che è stata votata da ogni singola assemblea.

La CCG si è costituita mercoledì 25 novembre  1998. Ne fanno parte oltre un centinaio di delegati  di altrettanti enti: gruppi genitori, assemblee genitori  di scuola dell'infanzia e scuola elementare, assemblee  genitori di scuola media, consigli genitori di scuole  private nonché una dozzina di enti.