scuola

Ragazzi che non vanno a scuola

AZIONE / 22.01.2024 Fabio Dozio L’assenteismo scolastico è una costante, vi sono modalità e cause diverse, dal disagio psicologico al rifiuto totale, ma per contrastarlo è sempre necessaria la collaborazione tra scuola e famiglia. Ne abbiamo parlato con Barbara Bonetti Matozzo, presidente del collegio dei capigruppo di sostegno pedagogico della Scuola media, e con Ilario […]

Ragazzi che non vanno a scuola Read More »

Dobbiamo promuovere la lettura in tutta la Svizzera

CONTRIBUTO DEGLI OSPITI, TAGES ANZEIGER, 19.01.2024, Bucher Priska Bucher: “È necessaria una strategia nazionale per migliorare le capacità di lettura”. Dopo la pubblicazione dell’ultimo studio Pisa a dicembre, è stata nuovamente criticata la mancanza di capacità di lettura tra i giovani al termine della scuola dell’obbligo. Nel nuovo anno non se ne parla quasi più,

Dobbiamo promuovere la lettura in tutta la Svizzera Read More »

“I testi digitali scorrono più velocemente”

CULTURA, GIORNALE DOMENICALE, 14.01.2024, Hordych  La lettura digitale favorisce una comprensione superficiale del testo? La professoressa Sabine Anselm ci spiega quando la lettura digitale ha senso e in cosa consiste l’inferiorità dello schermo. Signora Anselm, si chiede a gran voce una sempre maggiore digitalizzazione a livello di scuola primaria. Nella sua ricerca, tuttavia, lei cita

“I testi digitali scorrono più velocemente” Read More »

Altro che tablet: scrivere a mano aiuta a imparare meglio 

Cantone, LA REGIONE, 09.01.2024, Melchionda  «La Regione» torna sui dati delle prove PISA riassumendo alcuni studi secondo i quali l’uso di carta, penna e libri «veri» favorisce l’apprendimento in tutte le discipline e sviluppa competenze trasversali.  In Svizzera un quindicenne su quattro non comprende un testo quando lo legge (ultimo studio Pisa). Assai più dell’utilizzo

Altro che tablet: scrivere a mano aiuta a imparare meglio  Read More »

“Cancellate la digitalizzazione nelle scuole!”.

SVIZZERA, SONNTAGSZEITUNG, 10.12.2023, Pastega Gli scolari svizzeri non sanno leggere e scrivere. Il neuropsicologo Lutz Jäncke spiega come i bambini imparano meglio. In Svizzera, in diversi cantoni gli alunni sono dotati di tablet a partire dalla quinta elementare, mentre paesi come la Svezia e la Finlandia stanno mettendo il freno. Gli scandinavi sono stati tra

“Cancellate la digitalizzazione nelle scuole!”. Read More »

I quindicenni ticinesi promossi a pieni voti 

Cantone, CORRIERE DEL TICINO, 06.12.2023, Campione  Il sistema di valutazione internazionale che dal 2000 verifica l’apprendimento a scuola ha premiato il nostro cantone, che si situa sopra la media OCSE – Negli ultimi 7 anni però il trend in matematica appare negativo – Il coordinatore del DECS Emanuele Berger: «Ci sono campanelli d’allarme su cui

I quindicenni ticinesi promossi a pieni voti  Read More »

«La sensibilizzazione è servita» Ma aumentano i reati sui social

LA DOMENICA, 03.12.2023,  Nonostante la legge del 2020 vieti il telefonino a scuola, l’uso e l’abuso non sono rari: l’anno scorso il Gruppo Visione Giovani è stato sollecitato in tutto 708 volte, con richieste di aiuto da parte di genitori o Direzioni di istituti scolastici.  In teoria i telefonini sono vietati a scuola. Lo prevede la

«La sensibilizzazione è servita» Ma aumentano i reati sui social Read More »

Non saper leggere a quindici anni 

LA DOMENICA, 26.11.2023, Andrea Bertagni  Uno studio condotta dal Dipartimento formazione e apprendimento (SUPSI) mostra come gli adolescenti di madrelingua italiana abbiano difficoltà a leggere e comprendere testi: il problema riguarda soprattutto i maschi con posizione socioeconomica sfavorevole che frequente scuole professionali.  Non sono stranieri o figli di immigrati i 15enni che in Ticino hanno più difficoltà

Non saper leggere a quindici anni  Read More »

‘Obbligata a portare il velo, a scuola era l’inferno’ 

Cantone, LA REGIONE, 24.11.2023, Stevanovic  «La Regione» racconta la storia di una luganese, vittima del padre integralista e delle vessazioni dei compagni di scuola: «Per loro ero la figlia del terrorista» – Il punto sulla lotta al bullismo col Gruppo Minori della Polcantonale.  La storia di una ragazza di Lugano, doppiamente vittima di un padre integralista

‘Obbligata a portare il velo, a scuola era l’inferno’  Read More »

Torna in alto